Strega Comanda Color

L'arteterapia si fonda sulla centralità della dimensione comunicativa nel processo artistico, sulla potenzialità dell'arte di farci accedere a dimensioni dell'esperienza difficilmente contattabili con le sole parole, di dare loro forma e colore. L'arteterapia in generale è un intervento di aiuto e sostegno che utilizza un linguaggio non verbale rivolto alla persona impiegato in svariati ambiti, come quello terapeutico, riabilitativo, educativo e preventivo, ma si utilizza anche come strumento di crescita personale e conoscenza di sè.

Nel caso dei bambini offre ad ognuno la possibilità di esprimere sè stesso, di dare struttura alle emozioni e di affermare la propria personalità. La libertà di esplorare se stesso è considerata quasi un lusso, poichè nei contesti scolastici le attività proposte il più delle volte sono guidate, orientate alla valutazione, oppure alla realizzazione di lavoretti per feste e ricorrenze, mentr al di fuori della scuola, i bambini arrivano addirittura ad estraniarsi da tutto ciò che ha a che fare con manualità e corporeità.

Gli incontri di arte terapia che proponiamo, in un contesto che promuove a 360° il benessere dell'individuo, permettono al bambino, nella fascia tra i 5 e gli 11 anni, di diventare consapevole di se stesso come punto di incontro tra ciò che è proprio e quanto proviene dall'esterno. Egli prova una sensazione di libertà, di piacere traendo godimento nello sperimentare ogni tipo di materiale artistico. Avviene una ricerca inconscia di dare voce e "vita" a sentimenti ed emozioni che altrimenti rimarrebbero sepolti nell'inconscio.

Vengono accolte anche frustazioni e difficoltà manifestate dal bambino; l'arteterapeuta, in quanto esperta nella sua formazioni artistico clinica, non le svaluta ma è pronta al confronto con l'insuccesso nella realizzazione di qualcosa, non nega il fallimento, ma aiuta il bambino a farne un punto di partenza, dando valore al "buono" e recuperando ciò che il bambino sente "sbagliato".

Il bambino impara così, nell'incontro settimanale, a non bloccarsi davanti alle difficoltà ma ad avvalersi dei propri strumenti e delle proprie risorse per superarle, egli ha modo di confrontarsi con i coetanei che sono probabilmente alle prese con difficoltà simili alle proprie, riuscendo ad auto-rassicurarsi e motivarsi, poichè, è più facile immaginare di riuscire laddove altri simili a noi ce la stanno facendo.

Può così comunicare nelle sue opere il suo mondo interiore e condividerlo con il gruppo senza la paura di sentirsi giudicato ma anzi acquistando sicurezza di sè come Essere autonomo e amato e contemporaneamente come parte di un insieme, di un gruppo, rafforzare la propria autostima e la fiducia nel prossimo. Il bambino, nelle sue opere, elabora i suoi vissuti.

L'obiettivo del bambino sarà quello di provare gioia nel vedere un prodotto artistico che non si pensava di riuscire a fare, trovare una nuova modalità di comunicazione e un nuovo modo di entrare in relazione in maniera creativa e non competitiva, prendere confidenza con l'attività, raggiungendo una buona autonomia e una maggiore spontaneità nell'esecuzione, crearsi un hobby, integrarsi con un gruppo e sentirsene parte, realizzare un'opera senza la paura del giudizio e così sviluppare la propria autostima.

l'obiettivo del genitore invece, sarà quello di:

- accompagnare il bambino ad un fare creativo che stimoli

- rimanere attento al suo mondo interiore, dandosi la possibilità di crescere con il proprio figlio

- dare al bambino e darsi la possibilità di esprimere ansie e stati d'animo, concedendosi uno sfogo silenzioso e intimo

 

conduce: Angela Miriam Scala

 

Per informazioni potete inviare una email a info@centroluna.it o telefonare al numero 0332/839562 - 329/0857124